GIORGIO CAPRONI Centenario della nascita Fontanigorda Bosco delle Fate in Passeggiate a Levante a phototrek book by (c) Enrico Pelos

Quest’anno ricorre il centenario della nascita del grande poeta Giorgio Caproni.

Questa foto – il Bosco delle Fate di Fontanigorda a lui tanto caro – è un omaggio alla sua poesia.

Giorgio Caproni (Livorno, 7 gennaio 1912 – Roma, 22 gennaio 1990) fu poeta, critico, giornalista, narratore e traduttore. Diventò cittadino onorario di Genova e a lui sono dedicati il Parco Culturale a Montebruno e il sentiero poetico a Fontanigorda, il paesino cantato in Ballo a Fontanigorda (1938) in una delle sue prime raccolte. La tomba dove riposa con la moglie Rosa Rettagliata è a Loco di Rovegno, lo stesso paese dove insegnò per due anni presso la scuola elementare, sotto i monti che amava.

(da “Passeggiate a Levante” di Enrico Pelos, ed. Blu 2011)


Giorgio Caproni (Livorno, January 7, 1912 – Rome, January 22, 1990 ) was a poet, critic, journalist, novelist and translator. He became an honorary citizen of Genoa and to him is dedicated the Montebruno Cultural Park and the poetic path in Fontanigorda the village of the poem Fontanigorda Ball (1938) published in one of his first collections. The tomb where he rests with his wife Rosa Rettagliata is in Loco Rovegno, the same village where he taught for two years at the elementary school , under the mountains he loved.

(from “Passeggiate a Levante (Walking to the East)” by Enrico Pelos, Blu ed 2011)

PHOTOGALLERY     PHOTOSITE     SITE     PORTFOLIO     BOOKS

Advertisements

Mostra MEDITERRANEO Quadri al Palazzo Ducale di Genova

VAN GOGH Places in PROVENCE The mill of one of his famous paintings with the canal
VAN GOGH Places in PROVENCE The mill of one of his famous paintings with the canal

Sono andato alla mostra “Mediterraneo” a Genova al Palazzo Ducale,perchè grande amante e conoscitore della Provenza e di molti suoi celebri pittori, qui presentati con diversi dei loro famosi quadri, in modo davvero affascinante.
La mia vera sorpresa però non è stata un quadro…

Ho comprato il dvd, giusto come si fa talvolta alle mostre per avere un “ricordo”, ripromettendomi di guardarlo in futuro.

Ebbene, solo in questi giorni ho avuto modo di visionarlo pensando di assistere all’esposizione del solito “catalogo” di “meraviglie multimediali” più o meno interessanti.

E la sorpresa, oltre a scoprire splendidi quadri di pittori quasi “sconosciuti”, è stata il narratore.

Sin dai primi minuti sono stato come “calamitato” allo schermo ed ho fatto un “viaggio” veramente bello e interessante e, seppure veramente lungo, avrei voluto che il dvd continuasse ancora.
Goldin è una di quelle rarissime persone che ascolteresti per ore senza accorgerti del tempo che passa.
Molti complimenti per il grande, impegnativo e bel lavoro.

P.S. Per la mostra su Van Gogh (e Gaugain), che a questo punto non voglio e non posso ovviamente perdere, passerò prima a prendere il dvd in modo da arrivare “preparato” alla mostra ed apprezzare appieno le novità che, anche se ho viaggiato e fotografato nelle terre di Provenza dipinte dal celebre pittore, sono sicuro che il “Narratore” ed anche i suoi eventuali compagni di viaggio (i miei apprezzamenti vanno anche a loro) mi faranno scoprire.

I went to the “MEDITERRANEO” paintings exhibition at the Palazzo Ducale in Genoa, because a great lover and connoisseur of Provence and its many famous painters, presented here with several of their famous paintings, in a very fascinating way.
My real surprise , however, was not a picture …

I bought the DVD, just as sometimes many of us do after seen an exhibitions just to have a “memory “, promising myself to look him in the future.

Well, these days I had the time to watch it and waiting to attend the exhibition as of the usual “catalog” of “multimedia wonders” more or less interesting.

And the surprise, as well as numerous works of painters discovered almost “unknown” was the narrator.

The first few minutes I was like “snapped” to the screen and I made a “travel” really nice and interesting, albeit very long, I would still go on that seen further on.

Goldin is one of those rare people who listen for hours without noticing the time passing by.

Many compliments for the great, challenging and beautiful work.

P.S. For the exhibition of Van Gogh (and Gaugain), which at this point I do not want to lose and I can not, of course, I will first get the DVD so I’ll get “prepared” to fully appreciate the news and shows that, although I have traveled and photographed in the lands of Provence painted by the famous painters, I’m sure the “Narrator” and also its potential travel companions (my appreciation also goes to them) I will find out.