Gian Paolo Rosmìno fu il regista di un film con Alberto Sordi (nato a Roma a Trastevere il 15 giugno del 1920) allora giovanissimo.
Il film era «Le signorine della villa accanto» ed uscì nel 1942.
Il film narra di un severo professore di filosofia impersonato dall’attore Antonio Gandusio (che studiò all’università di Genova laureandosi in Giurisprudenza), che per proteggere le sue otto figlie non permette loro di uscire di casa.
La vicina sta organizzando un ballo e riesce a portare tutta la famiglia alla festa dove le giovani ragazze stringono una serie di amicizie e persino l’intransigente padre cede al fascino di una bella invitata.
Gigliola Rosmìno, la figlia di Gian Paolo Rosmìno, ricorda bene quando fece questo film.
In particolare ricorda che il grande Alberto Sordi era, nel film, un giovane invitato.
L’attore non trovava chi ballasse con lui ed allora scelse lei la più piccola delle otto figlie del professore.

sito

stampa del libro da Lulu print

#gianpaolorosmino #gigliolarosmino #cinemamuto #lamialiguria #albertosordi

stampa del libro da Blurb print

https://linktr.ee/enricopelos