Passeggiate al Ponente LE CARTOLINE DI RAINER KRIESTER A GIOVANNI MERIANA pubblicate da Enrico Pelos (2008)

 
Lo scrittore Giovanni Meriana, grande conoscitore della terra di Liguria, delle sue storie e delle sue genti, non ha bisogno di presentazioni e lascio ai lettori e navigatori l’eventuale ricerca approfondita sul web. Rainer Kriester (Plauen, 12 giugno 1935 – Vendone, 14 maggio 2002) è stato invece un grande scultore nonché professore a Berlino. Aveva scelto una collina circondata dai monti di Liguria il docente e scultore tedesco, nato nella Germania Est. Egli era considerato un maestro della scultura contemporanea, le sue opere: dalle drammatiche sculture in bronzo e marmo rappresentazioni di teste o figure virili ai totem, ai calendari preistorici o alle “porte” sono esposte in tutto il mondo ed è diventato famoso in tutto il mondo anche per le sue grandi opere con la Pietra del Finale. Ebbe il piacere e l’onore di fare anche una sua mostra al palazzo Ducale di Genova (4 settembre – 24 ottobre 1999).
 
 
Io ebbi il piacere di conoscere le sue statue e lui al lavoro un giorno che mi accingevo per la prima volta ad affrontare la salita al monte Castellermo per fotografare, di fronte e dall’alto, il paese abbandonato (allora) di Colletta di Castelbianco. Grande fu la sorpresa allorquando, dopo una delle tante curve che contornano la strada panoramica che porta a Vendone ed alla collina di Castellaro, vidi alte ed imponenti delle grandi “pietre”. Alcune erano proprio dei monoliti grezzi posati su un grande prato su una collina. Altre mi fecero pensare alle grandi statue dell’Isola di Pasqua. Altre ancora mi ricordavano alcune forme delle terre dei nativi delle praterie dell’Arizona o dello Utah. Mi fermai e scesi per vedere di cosa si trattava. Che le pietre fossero messe li da qualche artista straniero (dietro queste “cose strane” in Liguria spesso c’è un artista inglese o tedesco…). Guardai verso il sole per cercare di capire se una qualche forma di raggio solare avesse potuto disegnare delle ombre particolari come quando anni prima, quando vivevo e lavoravo in Inghilterra, facemmo il viaggio vedere di persona la “mitica” Stonehenge. Che stesse creando anche in terra di Liguria una piccola cerchia di monoliti come quella vista nell’affascinante terra di Salisbury Plain? Notai un signore che con grande energia lavorava intorno a queste statue e chiesi se potevo fare qualche foto. Avutone il permesso inquadrai e scattai. Non volevo disturbare oltre, ringrazia e salutai anche perchè mi aspettava una bella camminata di qualche ora per arrivare sulla cima del monte Peso Grande (altro nome del monte Castellermo). Solo più tardi seppi con chi avevo avuto il piacere di parlare vedere all’opera.
 
 
Quando mi trovai a collaborare per la rivista Liguri.net per la quale avevo in cura il design e la messa online del portale portappennini.it ebbi il piacere di conoscere lo scrittore Giovanni Meriana del quale avevo letto molti testi ed anzi molte gite, passeggiate ed escursioni fotografiche in Liguria avevano tratto ispirazione ed informazioni da diverse pagine e fotografie dei suoi libri. Un giorno Meriana mi consegnò le Cartoline da pubblicarsi in una qualche forma sul portale web della rivista e quindi oltre a preparare delle pagine dedicate con i testi e le foto decisi di preparare anche una presentazione che oggi può essere vista anche sotto forma di filmato (colgo l’occasione per ringraziare Giovanni Meriana per la sua fiducia e amicizia). Kriester viveva e lavorarava, per lunghi periodi, in Liguria già dal 1982 ed ormai si sentiva quasi adottato. “Lavorando” la pietra di Finale ha fatto conoscere in tutto il mondo questa piccola frazione del Ponente Ligure: Castellaro di Vendone, che a sua volta lo onorò come “cittadino onorario” nel 1999. E lo scultore riposa ora proprio nel piccolo cimitero di questa località, a due passi dalla parrocchiale ed ha una bella vista sui suoi monoliti bianchi realizzati in 30 anni di lavoro. Ed oggi alle pendici del Castellermo, in mezzo ai vigneti e agli olivi, esiste un tempio a cielo aperto con statue e megaliti che ricordano gli antichi culti dei liguri.
 
 
Le sue opere osservano maestose il paesaggio cercando di passare, inutilmente, inosservate tra le fasce con in lontananza il mare e la Piana di Albenga La moglie Cristiane, che ebbi il piacere di conoscere, fu (Cristiane Dass Kriester Meyer è mancata a Berlino nel 2020) modella, scrittrice, giornalista ed esperta d’arte e curò la memoria del marito e delle sue opere con eventi ed iniziative sulla collina con l’antica torre saracena di Castellaro. Il compito di portare avanti la conoscenza del Parco delle sculture è ora affidato all’esperto d’arte Jean Marc Beyer con il quale si sposò in seguito. Prendetevi un po’ di tempo, rilassatevi e leggete con la musica di sottofondo per relax e mindfulness perche i testi e le foto sono qualcosa di unico e la bellezza delle parole di un importante scrittore ben si accompagnano alla potenza delle creazioni del grande scultore che fu Rainer Kriester.
 
#lamialiguria #montecastellermo #vendone #rainerkriester #giovannimeriana #christianekriester #cartoline #scultore #scrittore #amici #amicizia #vendone #castellaro #collettadicastelbianco #castelbianco #colletta #pesogrande #parcodellesculture #albenga, genova, liguria, ferruccio sansa, palazzo ducale #villa croce #berlino #isoladipasqua #stonehenge #pietradelfinale #jeanmarcbeyer #segno del sole
http://www.enricopelos.it
http://www.passeggiatealevante.it
http://www.luoghiabbandonati.it
http://www.staglieno.it
http://www.lulu.com/spotlight/enricopelos
http://www.bluedizioni.it/index.php?option=com_content&view=article&id=476:passeggiate-a-levante&catid=51:titoli
Paesaggio Fotografico Di Liguria (eBook) https://www.lulu.com/en/en/shop/enrico-pelos/paesaggio-fotografico-di-liguria/ebook/product-1v97q2p6.html (fai link al titolo
Liguria Landscape Photography (eBook) https://www.lulu.com/en/en/shop/enrico-pelos/liguria-landscape-photography/ebook/product-1qn8jqee.html
Paesaggio Fotografico Di Liguria (Paper) https://www.lulu.com/en/en/shop/enrico-pelos/paesaggio-fotografico-di-liguria/hardcover/product-1845jwzk.html
Liguria Landscape Photography (Paper) https://www.lulu.com/en/en/shop/enrico-pelos/liguria-landscape-photography/hardcover/product-1nv9rrem.html

TRANSUMANZA nel Portfolio “Genti delle Terre Alte” di Quota Zero rivista del CAI Sez. Ligure 2 2013

La Festa della Transumanza e’ una delle feste piu’ tipiche della Liguria montana e celebra il rito dell’accompagnamento degli animali da pascolo dai bei prati estivi in quota ai rifugi in zone a clima piu’ mite per l’avvvicinarsi della stagione fredda a causa della quale soffrirebbero sia gli animali che gli allevatori. A Mendatica, nell’Alta Valle Arroscia, si celebra questa ricorrenza, vecchia di secoli, ogni anno con un bel corteo con i costumi tipici delle malghe, feste e la gastronomia della cucina bianca.
La rivista del CAI Club Alpino Italiano, Sezione Ligure, è visionabile e scaricabile al link

The Festival of the Transhumance is one of the most typical of Liguria mountain festivals and celebrates the rite of the accompaniment of the animals from the beautiful summer meadows in to the shelters in areas with milder climate as the cold season is about to come and because of which suffer both animals and farmers. In Mendatica, in the upper Arroscia Valley, we celebrate this anniversary, centuries old, each year with a nice parade with costumes typical of the alpine pastures, festivals and gastronomy of the white kitchen.
The magazine from CAI Club Alpino Italiano, Liguria section, is downloadable at this link

mendatica festa transumanza quotazero rivista cai ligure 2013 2 - ph enrico pelos 2 700x

mendatica festa transumanza quotazero rivista cai ligure 2013 2 - ph enrico pelos 1 700x

more on

>   SITEPUBLICATIONS

Luoghi Abbandonati – FORTI POZZANGHI e RICHERMO (sullo sfondo)

FORTI POZZANGHI e RICHERMO (sullo sfondo)

Sell Art Online

(sbarramento del Colle di Nava)
[luoghi abbandonati – abandoned places series]

more on

>   SITEPUBLICATIONS

TRANSUMANZA 2013 MENDATICA

La Festa della Transumanza è una delle feste più tipiche della Liguria montana e celebra il rito dell’accompagnamento degli animali da pascolo dai bei prati estivi in quota ai rifugi in zone a clima più mite per l’avvvicinarsi della stagione fredda a causa della quale soffrirebbero sia gli animali che gli allevatori. A Mendatica si celebra questa ricorrenza, vecchia di secoli, ogni anno con un bel corteo con i costumi tipici delle malghe, feste e la gastronomia della cucina bianca.

TRANSUMANZA 2013 MENDATICA

TRANSUMANZA 2013 MENDATICA

TRANSUMANZA 2013 MENDATICA

TRANSUMANZA 2013 MENDATICA

The Festival of the Transhumance is one of the most typical of Liguria mountain festivals and celebrates the rite of the accompaniment of the animals from the beautiful summer meadows in to the shelters in areas with milder climate as the cold season is about to come and because of which suffer both animals and farmers. In Mendatica we celebrate this anniversary, centuries old, each year with a nice parade with costumes typical of the alpine pastures, festivals and gastronomy of the white kitchen.

Fotografie della transumanza di Mendatica del 2009 sono state pubblicate su R Ni d’Aigura 2010 (Nido d’aquila, rivista delle culture dele Alpi marittime) ed alcune sono visibili al link
o al link http://www.scribd.com/doc/82881950/R-NI-D%E2%80%99AIGURA-I-MIEI-ARTICOLI-LE-MIE-FOTO-di-Enrico-Pelos

 

 

more on

>   SITEPUBLICATIONS

R NI D’AIGURA, I MIEI ARTICOLI LE MIE FOTO di Cultura Alpina

Puoi leggerlo anche sulla versione on-line di Issuu

PHOTOGALLERY     PHOTOSITE     SITE     PORTFOLIO     BOOKS

%d bloggers like this: